My Weblog TUTTA LA MIA VITA di gfeliziani

Fino all’ultimo respiro, fino all’ultima goccia di sangue un nome solo M A M M A

Archive for novembre 2009

PER LE LOGGE DI RITO MISRAIM

Posted by caerebulldogs su novembre 26, 2009

clip_image002

 

Rituale d’Istruzione: Trattasi di un rituale d’istruzione

per l’Apprendista Libero Muratore appena iniziato, adottato nelle Logge operanti

nel 1802. È un estratto dal Rituale Storico conservato nell’esposizione dei

cimeli storici di Parigi. Da notare che a quel tempo il Primo Sorvegliante era

definito Primo Assessore, ed al posto dell’attuale cappio veniva usata una

catena. I Diaconi erano chiamati Accoliti. Tutti i Fratelli chiamati

all’intervento parlano stando in piedi ed all’Ordine.

Y ISTRUZIONE:

– Oratore: Fr. 1° Sorv., vi è qualcosa fra voi e me?

– 1° Sorv.: Un culto, Fr. Oratore.

– Oratore: Qual è?

– 1° Sorv.: È un segreto.

– Oratore: Qual è questo segreto?

– 1° Sorv.: La Massoneria.

– Oratore: Siete voi Massone?

– 1° Sorv.: I miei Fratelli mi riconoscono come tale.

– Oratore: Che cos’è un Massone?

– 1° Sorv.: Un uomo libero e di buoni costumi, ugualmente amico del povero e del

ricco, se essi sono virtuosi.

– Oratore: Quali sono le disposizioni necessarie per diventare Massoni?

– 1° Sorv.: La prima è la purezza del cuore.

– Oratore: E la seconda?

– 1° Sorv.: Una sottomissione cieca alle formalità prescritte per la ricezione.

– Oratore (al 2° Sorv.): Quali sono state le formalità adottate per la vostra

ricezione?

– 2° Sorv.: Io fui dapprima presentato da un amico virtuoso che, in seguito, ho

riconosciuto per Fratello, poi fui condotto da sconosciuti in una sala attigua

alla Loggia dove, dopo avermi chiesto se era mia ferma intenzione essere

ricevuto Massone, mi si rinchiuse in un luogo segreto.

– Oratore: Cosa rappresentava questo luogo?

– 2°Sorv.: Il centro della Terra ed il soggiorno della morte, al fine di

insegnarmi che tutto proviene dalla Terra e deve ritornarvi. Che l’Uomo deve

costantemente tenersi pronto a comparire davanti al Giudice Supremo. Che il

profano che vuole essere ricevuto Massone deve, innanzi tutto, rinunciare ai

vizi, al fine di non vivere più che per la virtù. Ed infine che la Terra è la

materia inerte, od il più grossolano degli elementi che compongono l’Universo, e

che è in essa che iniziano i viaggi emblematici, ed anche che dobbiamo

sottomettere e purificare in noi la materia, vale a dire il corpo, al fine di

disporci a purificare lo spirito, cioè l’anima.

– Oratore: Che faceste voi in questo luogo?

– 2° Sorv.: La professione della mia Fede, in seguito alla quale un Fratello mi

mise nello stato in cui dev’essere ogni profano che aspira a diventare Massone.

– Oratore: In quale stato foste messo?

– 2° Sorv.: Una benda copriva i miei occhi, ero né nudo né vestito, privo dei

miei metalli, rinserrato in un pesante cappio che mi opprimeva. – Oratore:

Perché avevate gli occhi bendati?

– 2° Sorv.: Per sottolineare le tenebre dell’ignoranza in cui vive ogni uomo che

non abbia visto la Luce.

– Oratore: Perché non eravate né nudo né vestito?

– 2° Sorv.: Per esprimere lo stato di debolezza dell’uomo, schiavo dei

pregiudizi e dell’errore.

– Oratore: Perché siete stato privato di tutti i vostri metalli e siete stato

caricato di un pesante cappio?

– 2° Sorv.: I metalli erano l’emblema dei vizi. Con ciò mi si insegnò che dovevo

rinunciarvi per divenire Massone. Il cappio era il simbolo dei pregiudizi di cui

mi dovevo liberare, come io lo fui del cappio al primo stadio della mia

purificazione.

– Oratore: Che vi fecero fare in questo stato?

– 2° Sorv.: Mi fecero intraprendere un lungo e penoso viaggio.

– Oratore. Cosa indicava questo viaggio?

– 2° Sorv.: Altra cosa che non il senso proprio, ovvero la mia purificazione e

la mia preparazione a ricevere i segreti importanti che dovevano essermi

confidati. Esso inoltre ha un senso morale, e rappresentava tutte le

vicissitudini della vita umana, dalla nascita alla morte. Esso aveva infine un

senso fisico e misterioso, ed era l’immagine della natura, e dava ai Saggi la

chiave di tutti i segreti e delle più alte conoscenze.

– Oratore: (al Segretario) Dove vi condusse questo viaggio?

– Segret.: Ad una piscina salutare, da cui uscii libero dei ceppi che mi

opprimevano. Allora un Amico mi spiegò una parte delle verità nascoste sotto gli

emblemi di questo primo viaggio.

– Oratore: Che cosa si fece allora di voi?

– Segret.: Dopo essersi assicurato che io persistevo nella mia risoluzione,

questo Fratello mi fece continuare sulla mia strada.

– Oratore: Quali ostacoli vi trovaste?

– Segret.: Un braciere ardente si trovava dinanzi a me, ed io fui costretto ad

attraversarlo.

– Oratore: Che cosa significava quel braciere?

– Segret.: La violenza delle passioni e la foga della gioventù, che sono

altrettanti ostacoli alla perfezione morale dell’uomo.

– Oratore. Che cosa vi accadde all’uscita da questo terzo elemento?

– Segret.: Un Fratello mi presentò una bevanda amara, simbolo del dispiacere e

dei disgusti che l’uomo prova in questa vita, e che il Saggio sopporta senza

lamentarsi. In seguito fui invitato a proseguire nel mio cammino.

– Oratore: Cosa sopportaste in questo terzo viaggio?

– Segret.: Fui posto nella regione dell’Aria: la folgore, la grandine, e tutti

gli sconvolgimenti meteorologici si scatenarono intorno a me, ed infine a questa

tempesta succedette la calma più assoluta e profonda.

– Oratore: Cosa significava questa tempesta?

– Segret.: Essa rappresenta le incertezze che prova l’uomo in età matura,

proprio al termine della propria vita.

– Oratore: Che vi accadde in seguito?

– Segret.: La mia guida mi lasciò continuare da solo la mia strada, ed io mi

ritrovai alla porta del Tempio.

– Oratore: Cosa vi trovaste?

– Segret.: Due Fratelli che mi fermarono e che, dopo essersi assicurati che io

ero passato in mezzo agli elementi Terra, Fuoco ed Aria, mi fecero conoscere gli

obblighi che dovevo contrarre, dopo di che mi fecero battere tre forti colpi.

– Oratore: Cosa significavano questi tre colpi?

– Segret.: Domandate e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà

aperto.

– Oratore: Cosa vedeste quando entraste?

– M.d.C.: Nulla, Fratello Oratore.

– Oratore: Cosa vi fecero?

– M.d.C.: Il Venerabile mi pose diverse domande a cui io risposi, dopo di che,

con il consenso di tutti i Fratelli, egli mi fece condurre all’Altare, perché

assumessi i miei obblighi.

– Oratore: Come li accettaste?

– M.d.C.: In piedi sul terzo gradino dell’Altare, la mano destra sulla Bibbia e

su una spada, mentre la sinistra teneva la punta di un compasso sul mio cuore.

– Oratore: Che fece in seguito il Venerabile?

– M.d.C.: Egli mi accordò la Luce.

– Oratore: Cosa vedeste in quel momento?

– M.d.C.: Le tre sublimi Luci della Massoneria: il Sole, la Luna ed il Maestro

della Loggia.

– Oratore (all’ex M.V.): Che rapporto vi è tra questi due astri ed il Maestro

della Loggia?

– Ex M.V.: Come il sole presiede al giorno e la Luna alla notte, così il Maestro

presiede alla Loggia per illuminarla.

– Oratore: Cosa vedeste in seguito?

– Ex M.V.: Tre oggetti preziosi, emblemi dei nostri doveri.

– Oratore: Quali sono questi oggetti?

– Ex M.V.: Una Bibbia, che contiene ciò che noi dobbiamo a Dio. Un tronco,

destinato a ricevere i soccorsi che dobbiamo ai nostri Fratelli. Una spada, per

ricordare la punizione che attende gli spergiuri.

– Oratore: Cosa fece allora il Maestro della Loggia?

– Ex M.V.: Mi fece avanzare all’Oriente, e mi fece ripetere i miei obblighi,

dopo di che egli mi diede i segni, la parola ed il toccamento del grado di

Apprendista Libero Muratore.

– Oratore (all’Esperto): Datemi il segno.

– Esperto: (esegue). – Oratore: Cosa significa questo segno?

– Esperto: Che io preferirei avere la gola tagliata piuttosto che rivelare i

segreti della Massoneria.

– Oratore: Date il toccamento al Fr. M.d.C.

– Esperto: (esegue).

– M.d.C.: (ricevuto il toccamento) Esso è giusto, Fr. Oratore.

– Oratore (all’Esperto). Datemi la parola.

– Esperto: Io non l’ho ricevuta in questo modo: datemi la prima lettera ed io vi

darò la seconda.

– Oratore/Esperto: B\ O\ A\ Z\ .

– Oratore: Cosa significa questa parola?

– Esperto: Forza.

– Oratore: Che fece allora il Venerabile?

– Esperto: Mi rivestì di una veste bianca, emblema dell’innocenza, mi diede dei

guanti dello stesso colore, raccomandandomi di non insozzarne mai la purezza, mi

fece riconoscere dai Fratelli Sorveglianti, ed infine mi proclamò Apprendista

Massone della Loggia e di Misraim.

– Oratore (al Primo Sorvegliante): Cosa intendete con la parola Misraim?

– 1° Sorv.: È il nome che le Scritture danno al primo figlio di Cam, che nel

corso della divisione dell’Universo andò a stabilirsi sui bordi del Nilo, dove

fondò il regno d’Egitto, chiamato anche Misraim nelle scritture. La storia

profana dà il nome di Menès a questo figlio del figlio di Noé.

– Oratore: Che rapporto vi è tra Egitto e Massoneria?

– 1° Sorv.: La Massoneria, cioè la verità della morale e la conoscenza della

natura e delle sue leggi. Queste furono conservate in Egitto dai Saggi, che le

nascosero accuratamente al volgo rivestendole di emblemi ingegnosi. Fu così che

esse furono portate dalle rive del Nilo a tutti i popoli del mondo, dove esse

hanno più o meno perso il loro carattere ed il loro scopo originale. Esse ci

sono state trasmesse dai primi Massoni sotto il nome di Misteri o di

Iniziazioni.

– Oratore: Cos’è che compone una Loggia?

– 1° Sorv.: Tre la governano, cinque la compongono, sette la rendono giusta e

perfetta.

– Oratore: Quali sono questi tre?

– 1° Sorv.: Il Venerabile ed i suoi due Sorveglianti.

– Oratore: Perché avete detto che tre la governano?

– 1° Sorv.: In senso proprio, perché questi tre Muratori furono impegnati nella

costruzione del Tempio di Salomone. In senso figurato, perché l’uomo si compone

di corpo, spirito ed anima, che è l’intermediario od il legame che unisce gli

altri due.

– Oratore: Perché cinque la compongono?

– 1° Sorv.: Perché l’uomo è dotato di cinque sensi, tre dei quali sono

essenziali e necessari ai Massoni, cioè la vista per vedere il segno, il tatto

per ricevere il toccamento, e l’udito per intendere la Parola. In senso proprio

essi rappresentano i cinque luminari della Loggia.

– Oratore: Perché infine sette la rendono giusta e perfetta?

– 1° Sorv.: Perché vi sono sette Ufficiali principali in un’Officina, ed anche

perché questo numero racchiude in sé dei grandi e sublimi Misteri. Esso

raffigura l’unione dei tre principi ai quattro elementi, fa allusione ai sette

giorni che l’Onnipotente impiegò per la Creazione dell’Universo, rappresentati

figurativamente dai sette anni in cui durò la costruzione del Tempio. Esso

ricorda le sette sfere celesti, a cui corrispondono i sette giorni della

settimana, i sette metalli perfetti, i sette colori fondamentali ed i sette toni

armonici.

– Oratore (all’Ex M.V.): Perché in questa progressione misteriosa non iniziate

da Uno?

– Ex M.V.: Perché l’unità non è un numero, ma il generatore ed il principio di

tutti i numeri. È il simbolo della Perfezione e dell’Onnipotenza, e rappresenta

l’Essere increato. Mentre i numeri della serie massonica ricordano le Sue

sublimi Opere, vale a dire le meraviglie della Creazione.

– Oratore: Che forma ha la vostra Loggia?

– Ex M.V.: Un quadrato lungo.

– Oratore (al 2° Sorv.): Qual è la sua lunghezza?

– 2° Sorv.: Dal Levante all’Occidente.

– Oratore: E la sua larghezza?

– 2° Sorv.: Dal Mezzogiorno a Settentrione.

– Oratore: La sua altezza?

– 2° Sorv.: Dalla Terra al cielo.

– Oratore: La sua profondità?

– 2° Sorv.: Dalla superficie della Terra al suo centro.

– Oratore: Perché queste dimensioni?

– 2° Sorv.: Perché la Massoneria è Universale.

– Oratore: Perché è posta dal Levante all’Occidente?

– 2° Sorv.: Perché tutte le Logge sono venute dall’Oriente, ed è così che sono

disposti tutti i Templi massonici.

– Oratore (al Segretario): Cosa sostiene la vostra Loggia?

– Segret.: Tre grandi Colonne, che si chiamano Saggezza, Bellezza e Forza.

– Oratore: Chi rappresenta la Saggezza?

– Segret.: Il Maestro della Loggia, che occupa l’Oriente perché di là dirige gli

operai e mantiene l’armonia della Loggia.

– Oratore: Chi rappresenta la Bellezza?

– Segret.: Il Primo Sorvegliante, all’Occidente.

– Oratore: Chi rappresenta la Forza?

– Segret.: Il Secondo Sorvegliante, al Mezzogiorno.

– Oratore: Perché li chiamate Bellezza e Forza?

– Segret.: Perché la Bellezza e la Forza sono la perfezione di tutto. La

Saggezza inventa, la Bellezza e la Forza sostengono.

– Oratore (rivolto al M.d.C.): Com’è coperta la vostra Loggia?

– M.d.C.: Da una volta celeste disseminata di stelle, dove brillano due grandi

luminari che dissipano lungi le nubi.

– Oratore: A che dovete tutte le vostre conoscenze?

– M.d.C.: Alla mia perseveranza, al Lavoro ed alle lezioni dei miei Fratelli.

– Oratore (rivolgendosi all’Ordine al M.V.): Maestro Venerabile, l’istruzione in

grado di Apprendista Libero Muratore è così completata. Ora la Loggia è ai

vostri comandi.

 

+BULLY e – BALLE
LADY HA PROMESSO DI ASPETTARMI…TUTTE LE VOLTE CHE..POSSO AVER BISOGNO DI LEI, ED IO SÒ CHE NE AVRÒ BISOGNO…COME SEMPRE NE HO. LEI È IL MIO CANE

http://www.caerebulldogs.net

clip_image00252

Technorati Tag: Pensieri, vblog, Vita, Forum, Animali, bulldog, cani, Cinofilia, massoneria, denunce, molossi, esoterismo

Posted in 1 | Leave a Comment »

MIO ERRORE DI VALUTAZIONE – DOGUE DE BORDEAUX

Posted by caerebulldogs su novembre 26, 2009

+BULLY e – BALLE
LADY HA PROMESSO DI ASPETTARMI…TUTTE LE VOLTE CHE..POSSO AVER BISOGNO DI LEI, ED IO SÒ CHE NE AVRÒ BISOGNO…COME SEMPRE NE HO. LEI È IL MIO CANE

Technorati Tag: Pensieri, vlog, Vita, Forum, Animali, bulldog, cani, Cinofilia, massoneria, denunce, molossi, esoterismo

Tornare in alto

Posted in 1 | Leave a Comment »

Berlusconi fatti processare

Posted by caerebulldogs su novembre 14, 2009

clip_image002

 

 

+BULLY e – BALLE
LADY HA PROMESSO DI ASPETTARMI…TUTTE LE VOLTE CHE..POSSO AVER BISOGNO DI LEI, ED IO SÒ CHE NE AVRÒ BISOGNO…COME SEMPRE NE HO. LEI È IL MIO CANE

http://www.caerebulldogs.net

clip_image00252

Technorati Tag: Pensieri, vblog, Vita, Forum, Animali, bulldog, cani, Cinofilia, massoneria, denunce, molossi, esoterismo

Posted in 1 | Leave a Comment »

Approvazione della finanziaria e suoi tagli

Posted by caerebulldogs su novembre 11, 2009

clip_image002

 

 

+BULLY e – BALLE
LADY HA PROMESSO DI ASPETTARMI…TUTTE LE VOLTE CHE..POSSO AVER BISOGNO DI LEI, ED IO SÒ CHE NE AVRÒ BISOGNO…COME SEMPRE NE HO. LEI È IL MIO CANE

http://www.caerebulldogs.net

clip_image00252

Technorati Tag: Pensieri, vblog, Vita, Forum, Animali, bulldog, cani, Cinofilia, massoneria, denunce, molossi, esoterismo

Posted in 1 | Leave a Comment »

ANTIMAFIA E ANTIRICICLAGGIO

Posted by caerebulldogs su novembre 8, 2009

clip_image002

 

 

+BULLY e – BALLE
LADY HA PROMESSO DI ASPETTARMI…TUTTE LE VOLTE CHE..POSSO AVER BISOGNO DI LEI, ED IO SÒ CHE NE AVRÒ BISOGNO…COME SEMPRE NE HO. LEI È IL MIO CANE

http://www.caerebulldogs.net

clip_image00252

Technorati Tag: Pensieri, vblog, Vita, Forum, Animali, bulldog, cani, Cinofilia, massoneria, denunce, molossi, esoterismo

Posted in 1 | Leave a Comment »